Lutto della comunità scolastica

Tutta la comunità educante del Palizzi ha accolto con grande dolore la notizia della prematura e assurda scomparsa di un nostro caro studente, Christian Cerbone.

Gli studenti, il personale docente e non docente, si stringono con un abbraccio affettuoso a quanti lo hanno conosciuto, ai suoi amici, alla sua famiglia.

 

La morte improvvisa di Cristian ha colpito e sconvolto tutti.

La morte di un nostro amico di 20 anni ci appare come qualcosa di scandaloso.

Chi vive non può accettare la morte, in particolare essa appare un non senso, atroce e sconvolgente.

Oggi tutti abbiamo pensato alla morte come qualcosa di ingiusto, immagino soprattutto voi, cari giovani.

Oggi siamo tutti costretti a guardare in faccia la morte.

Il silenzio tombale, al suono prolungato della campana, a mezzogiorno, che oggi ci ha uniti in un unico abbraccio, mi ha fatto comprendere che ognuno di noi era impegnato in una riflessione sincera e profonda.

Davanti a fatti così non possiamo fermarci alla prima reazione emotiva.

L’atteggiamento più vero davanti alla notizia della morte, è non sfuggire alla domanda che una morte così ci pone: si può credere davvero che la vita abbia un senso? Che tanta sofferenza non sia inutile? Che ci sia un destino buono per ognuno?

La  morte di Christian ci invita a riflettere sul senso della vita, ci ricorda che noi siamo “viandanti” e che  vale la pena non sciupare nulla di quanto ci è stato donato.

 

Dirigente Scolastico

Prof.ssa Nicoletta Del Re